Ultimi Articoli Pubblicati

Anatocismo e Usura Bancaria

Cosa si intende per Analisi Bancaria.

Da molto tempo oramai gli Istituti di Credito in genere e le Banche in particolare hanno rinunciato alla loro originaria funzione sociale, che seppur non in modo preminente era in qualche modo insita nella loro natura. Tralasciando le motivazioni storiche che hanno reso possibile questa trasformazione possiamo solo constatare che oggi (ma da molto tempo in realtà), la Banca sempre di piu’ si pone in un piano di netto contrasto con il proprio cliente, e spesso in maniera poco trasparente. Entrando nel dettaglio dell’Anatocismo e della Usura Bancaria possiamo rilevare che dopo anni di immunità dal 2010 anche le Banche possono essere attaccate o meglio che l’impresa ma anche il privato può chiedere alla Banca quanto versato ingiustamente a titolo di interesse e commissione.

Si parla pertanto di ANATOCISMO che in poche parole altro non è che il conteggio degli interessi sugli interessi. Di per se’ l’anatocismo non è illegale, anzi è previsto per legge; ciò che è illegale è il conteggio trimestrale (prassi bancaria) anzichè annuale.  Sembra una differenza di poco conto ma se provate a guardare la tabella sottostante la differenza in poco piu’ di due anni e di oltre 6.000,00 euro; la tabella è di per se molto semplice e non tiene conto di molte variabili che altro non farebbero che aumentare la differenza ad esempio la valuta delle somme, gli sconfinamenti ecc.

In definitiva non è il conteggio degli interessi a provocare l’anatocismo ma la FREQUENZA con cui essi vengono addebitati al cliente.

L’USURA bancaria al contrario è sempre vietata; il reato è di tipo PENALE e comporta gravi conseguenze per chi lo commette. L’art. 644 del codice penale e la legge 07 marzo 1996 n. 108 contempla due modalità di porre in essere il delitto di usura:

  • Usura oggettiva: è il superamento del tasso soglia previsto per legge oltre il quale scatta il delitto di usura.

  • Usura soggettiva: pur non superando il tasso soglia si registra una sproporzione fra tasso nominale ed effettivo, soprattutto quando è presente uno stato di bisogno aziendale.

Pertanto soprattutto per i conti che utilizzano con frequenza lo scoperto di conto corrente (fido di conto) e per molti anni, la combinazione di conteggio interessi trimestrali e il conseguente addebito, fa lievitare notevolmente il tasso reale da cui scaturisce il fenomeno di Anatocismo associato spesso all’Usura bancaria.

Tasso applicato

9%

Interessi

Interessi

Saldo iniziale

-150.000,00

-3.375,00

Int. al 31/03

Saldo iniziale

-150.000,00

0,00

Int. al 31/03

Saldo al 31/03

-153.375,00

-3.450,94

Int. al 30/06

Saldo al 31/03

-150.000,00

0,00

Int. al 30/06

Saldo al 30/06

-156.825,94

-3.528,58

Int. al 30/09

Saldo al 30/06

-150.000,00

0,00

Int. al 30/09

Saldo al 30/09

-160.354,52

-3.607,98

Int. al 31/12

Saldo al 30/09

-150.000,00

-13.500,00

Int. al 31/12

Saldo al 31/12

-163.962,50

-3.689,16

Int. al 31/03

Saldo al 31/12

-163.500,00

0,00

Int. al 31/03

Saldo al 31/03

-167.651,65

-3.772,16

Int. al 30/06

Saldo al 31/03

-163.500,00

0,00

Int. al 30/06

Saldo al 30/06

-171.423,82

-3.857,04

Int. al 30/09

Saldo al 30/06

-163.500,00

0,00

Int. al 30/09

Saldo al 30/09

-175.280,85

-3.943,82

Int. al 31/12

Saldo al 30/09

-163.500,00

-14.715,00

Int. al 31/12

Saldo al 31/12

-179.224,67

-4.032,56

Int. al 31/03

Saldo al 31/12

-178.215,00

0,00

Int. al 31/03

Saldo al 31/03

-183.257,23

-4.123,29

Int. al 30/06

Saldo al 31/03

-178.215,00

0,00

Int. al 30/06

Saldo al 30/06

-187.380,51

-4.216,06

Int. al 30/09

Saldo al 30/06

-178.215,00

0,00

Int. al 30/09

Saldo al 30/09

-191.596,58

-4.310,92

Int. al 31/12

Saldo al 30/09

-178.215,00

-16.039,35

Int. al 31/12

Saldo al 31/12

-195.907,50

-4.407,92

Int. al 31/03

Saldo al 31/12

-194.254,35

0,00

Int. al 31/03

Totale interessi

-50.315,42

Totale interessi

-44.254,35