Ultimi Articoli Pubblicati

Blog

APPALTI: LE NOVITA’ NELLA BOZZA SBLOCCA CANTIERI


Il decreto “Sblocca cantieri” apporta molte modifiche alle procedure per l’affidamento di appalti, in un ottica di semplificazione e velocizzazione dei lavori .

Fino a 200mila euro obbligo di invito di 3 operatori . Subappalto fino al 50%

 La nuova bozza del decreto approvato  alla fine di marzo è costituita da 5 articoli:

Art. 1 –      Modifiche al codice dei contratti pubblici
Art 2 –       Disposizioni sulle procedure di affidamento in caso di crisi di impresa
Art. 2-bis  Misure per il partenariato pubblico-privato
Art. 3 –     Disposizioni in materia di semplificazione in zone sismiche
Art. 4 –     Commissari straordinari, interventi sostitutivi e responsabilità erariali


Le principali novità  previste dalla seconda bozza:

  • I lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria che non prevedono il rinnovo o la sostituzione di parti strutturali potranno essere affidati sulla base del progetto definitivo.

  • Per realizzazione di opere sopra  la soglia di 200mila euro e fino alla soglia comunitaria  (5.548.000 euro ) procedura aperta disciplinata dall’articolo 60 del Codice dei contratti, (con esclusione automatica delle offerte anomale con ribasso superiore alla media)

  • tra 40 mila e 200 mila euro possibile procedura di confronto competitivo con obbligo di invito di tre operatori 
  • Nel caso di  acquisizione servizi compresi nell’allegato IX  mini-gara con invito al almeno cinque operatori  dai 40 mila alle fino alle soglie UE  (221mila e 750mila euro )

  • affidamento diretto sotto i 40 mila euro 

  • appalto integrato per i lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria, ad esclusione degli interventi di manutenzione straordinaria che prevedono il rinnovo o la sostituzione di parti strutturali delle opere o di impianti;

  • Nel caso  in cui l‘elemento tecnologico o innovativo delle opere  sia  prevalente rispetto all’importo complessivo dei lavori, nel caso di  appalto integrato, i requisiti minimi per la progettazione oggetto del contratto devono essere previsti  già nei documenti di gara;

  • in tema di albo dei commissari di gara in caso di indisponibilità o di disponibilità insufficiente di esperti iscritti nella sezione ordinaria dell’Albo la commissione è nominata, anche solo parzialmente, dalla stazione appaltante competente  tenuto conto delle specifiche caratteristiche del contratto da affidare e delle connesse competenze;

  • Puo essere subappaltato fino al 50% dei lavori della gara
  • viene eliminata la parte che prevedeva l’esclusione in caso di condanna riferita ad un subappaltatore;
  • Attestazione SOA:  il periodo di attività documentabile è quello relativo ai quindici anni antecedenti la data di sottoscrizione del contratto con la SOA per il conseguimento della qualificazione;

Importante  nuova disposizione  nel riformulato articolo 36, comma 5 del Codice, che consente alle amministrazioni di effettuare la valutazione delle offerte economiche prima dell’analisi della documentazione amministrativa relativa a requisiti e documenti per la partecipazione alla gara.


 

5