Ultimi Articoli Pubblicati

Recupero Iva Fallimenti

Recupero IVA da fallimenti
  • Disamina gratuita delle posizioni creditorie.
  • Analisi di fallimenti facenti capo a qualsiasi tribunale Italiano.
  • Indagine preliminare presso i tribunali.competenti.
  • Monitoraggio costante delle procedure.
  • Emissione della nota di variazione.
  • RECUPERO DELL’IVA  mediante utilizzo in variazione al primo versamento.
  • Liquidazione dei compensi provvigionali solo a RISULTATO OTTENUTO.

 

Quante aziende han dovuto subire il fallimento di un proprio cliente, senza recuperare nulla o quasi di quanto vantato nei confronti del fallito?

Quando viene aperto il fallimento di una impresa il curatore fallimentare comunica alle aziende l’importo del credito risultante dal bilancio dell’impresa fallita, informando i creditori di tempi e modalità per l’ammissione al passivo. Prima della chiusura del fallimento il curatore ripartisce l’attivo dell’impresa fra tutti i creditori con particolare riguardo ai creditori PRIVILEGIATI E CHIROGRAFARI. Purtroppo quel che rimane dopo questa operazione i creditori non privilegiati, è ben poco e nel 90% dei casi si avvicina allo zero; se poi al mancato recupero si sommano i costi dei professionisti incaricati di seguire il fallimento da parte del creditore (commercialista, avvocato ecc.), il recupero si rivela spesso una operazione in perdita. Non dimentichiamo poi che spesso la chiusura del fallmento, complice anche la lungaggine burocratica e la dilatazione dei tempi fra apertura e chiusura del fallimento, non viene comunicata al creditore.

 

La prassi seguita dalla maggior parte dei commercialisti è quella di portare il credito non riscosso a perdita nel bilancio di esercizio; ma che fine ha fatto l’Iva sulla fattura che io avevo emesso a suo tempo e che ho versato all’Erario? Molto spesso rimane “dimenticata” senza che l’impresa possa in qualche modo recuperarla.

 

Con il nostro ausilio sarà possibile RECUPERARE quell’imposta versata a suo tempo all’Erario e MAI riscossa dal cliente fallito.

Condizioni essenziali
  1. che sia stata presentata ISTANZA DI AMMISSIONE AL PASSIVO

  2. che non siano trascorsi piu’ di QUATTRO ANNI dalla chiusura del fallimento.

Contattaci ti invieremo un semplice formulario da compilare con l’elenco di tutti i fallimenti subiti dalla tua azienda;  invialo per mail  o fax al resto pensiamo noi.