Ultimi Articoli Pubblicati

Blog

SRL e organo di controllo, nomina di collegio sindacale, sindaco o revisore.


Nuove soglie per la nomina obbligatoria dell’organo di controllo per le  Società di Capitale. Modalità e tempistiche di adeguamento.


La Legge numero 155/2017 e il Codice della Crisi di impresa e dell’insolvenza  ha introdotto importanti novità in materia di organo di controllo delle Srl, modificando i limiti previsti in precedenza dall’articolo 2477 del codice civile.

Con la nuova normativa i parametri previsti per la nomina dell’organo di controllo diventano più stringenti, producendo come effetto immediato la necessità – per le Srl coinvolte – di modificare atto costitutivo e statuto, contestualmente alla nomina del nuovo organo di controllo (collegio sindacale, sindaco o revisore unico).



 

Organo di controllo Srl: nuovi limiti in vigore dal 2019 con riferimento ai valori degli esercizi 2017 e 2018.

La nuova normativa prevede:

La nomina dell’organo di controllo o del revisore obbligatoria se la società:

a) è tenuta alla redazione del bilancio consolidato;

b) controlla una società obbligata alla revisione legale dei conti;

c) ha superato per due esercizi consecutivi almeno uno dei seguenti limiti:

1) totale dell’attivo dello stato patrimoniale: 2 milioni di euro;
2) ricavi delle vendite e delle prestazioni: 2 milioni di euro;
3) dipendenti occupati in media durante l’esercizio: 10 unità.

 

L’obbligo di nomina dell’organo di controllo o del revisore di cui alla lettera c) del terzo comma cessa quando, per tre esercizi consecutivi, non è superato alcuno dei predetti limiti


Per adeguarsi: entro quando e come procedere:

1) le Srl e le società cooperative che risultano costituite al 13 gennaio 2019 – data di entrata in vigore del Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza – hanno tempo nove mesi per adeguarsi alla nuova normativa sull’assetto degli organi di controllo;

2) entro ottobre 2019 le Srl e le società cooperative che negli esercizi 2017 e 2018 hanno superato uno dei tre nuovi limiti previsti dal nuovo articolo 2477 del codice civile dovranno:

  • adeguare, se necessario, il proprio atto costitutivo e/o statuto;
  • nominare il nuovo organo di controllo (collegio sindacale o sindaco o revisore unico).

3) Quale sarà il ruolo del revisore: il revisore dovrà pianificare e svolgere l’attività di revisione contabile prevista dai principi di revisione in vigore (ISA Italia) e che si concretizzerà in queste attività:

  • conoscenza iniziale dell’impresa e valutazione dei rischi
  • pianificazione delle verifiche periodiche (solitamente trimestrali) sulla regolare tenuta della contabilità
  • attività di revisione sul bilancio di esercizio.


 

5