Side Menu

Ultimi Articoli Pubblicati

Blog

Anatocismo: come fare causa alla banca , tempi e costi

Si sente tanto parlare di anatocismo ma poi nei fatti  come va fatta causa alla banca per anatocismo, ossia la capitalizzazione degli interessi da parte della banca e il reclamo di restituzione del capitale da parte del correntista.


Che cos’è l’anatocismo e come fare causa


Per vedere se e quando conviene fare causa per anatocismo bisogna partire dalla definizione. L’anatocismo è la creazione di interessi sugli interessi. Per fare causa alla banca è dunque necessario avere con sé tutti gli estratti conto (mensili o trimestrali) e gli scalari interessi (che di norma vengono inviati trimestralmente) dai quali si deve dimostrare come vi siano stati addebiti sul conto corrente di interessi sugli interessi. Se mancano degli estratti conto si può inviare una raccomandata alla banca per chiedere i documenti mancanti (ma se non avete tempo lo facciamo noi!); la banca è OBBLIGATA a rispondere alla vostra richiesta e a mettere a vostra disposizione tutta la documentazione necessaria.

Una volta in possesso della documentazione completa si può valutare la convenienza di procedere rivolgendosi ad un consulente (IL NOSTRO STUDIO) che farà i dovuti calcoli e valuterà se effettivamente c’è stato anatocismo.


L’analisi è completamente gratuita, nel caso non si rilevi presenza di anatocismo o le cifre siano trascurabili nulla sarà dovuto.

Molto importante è anche valutare la prescrizione che non deve essere superiore ai 10 anni. Qualora emerga che vi sia stato anatocismo si può inviare una raccomandata alla banca con diffida in cui si chiede la restituzione delle somme illegittimamente versate e in seguito si può  intentare causa.


E’ possibile cercare di ottenere con un  tentativo di mediazione un accordo con l’Istituto per evitare la causa civile vera e propria. Il costo per questa fase è quello della pratica legale e delle spese di notifica.



FASI DI INTERVENTO



Pre-analisi gratuita degli estratti-conto trimestrali, diretta a rilevare tutti gli addebiti illeggittimamente e arbitrariamente posti a carico del correntista. Ricalcolo per la quantificazione del danno da richiedere alla banca. Nessun addebito in ipotesi di eventuale archiviazione per esito negativo.

IN CASO DI ESITO POSITIVO
Redazione di dettagliata perizia tecnica, a cura di professionisti altamente qualificati, da utilizzare a supporto della formale richiesta di rimborso, da parte del legale

Trattazione della vertenza in via extragiudiziale, direttamente con la banca, a cura degli stessi legali.
In caso di mancata definizione, formalizzazione della domanda avanti l’organo di mediazione e contestuale domanda giudiziale, fino alla conclusione della vertenza.

Tutte le fasi della trattazione potranno essere seguite on-line, a mezzo Crediter Web, per l’accesso al quale sarà riservata apposita password
2

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.