Side Menu

Ultimi Articoli Pubblicati

Blog

Esonero contributivo fino al 2022 per assunzione donne


La Legge di Bilancio potenzia fino al 100% la decontribuzione per l’assunzione di donne disoccupate.


La Legge di Bilancio potenzia fino al 100% la decontribuzione per l’assunzione di donne disoccupate è  una delle nuove misure per stimolare l’occupazione femminile.

Importo

In tutti i casi di assunzione agevolata, c’è un tetto a 6mila euro. Quindi, in sintesi, per gli anni 2021 e 2022 l’incentivo all’occupazione femminile è modulato nel modo seguente.

  • Assunzioni con contratti a termine: decontribuzione al 50%, fino a un tetto di 6mila euro annui, per 12 mesi.
  • Assunzioni con contratto a tempo indeterminato: esonero contributivo al 100%, sempre fino a un tetto annuo di 6mila euro, per 18 mesi.
  • Contratti con trasformazione da tempo determinato a tempo indeterminato: esonero contributivo al 100%, fino a 6mila euro annui, per 18 mesi. In questo caso, però, i 18 mesi si calcolano dalla data dell’assunzione con il contratto a termine. La trasformazione deve avvenire entro i primi 12 mesi dalla data dell’assunzione originaria, che deve essere a sua volta rientrare nell’incentivo occupazione femminile (con decontribuzione al 50%).

Attenzione: per le trasformazioni di contratti, i Consulenti del Lavoro ritengono che l’assunzione originaria possa anche essere avvenuta prima del 2021. E’ la trasformazione del contratto che, invece, deve avvenire nel biennio 2021-2022, in cui l’incentivo è potenziato. L’intero periodo agevolato (fra contratto a termine con decontribuzione al 50% e tempo indeterminato con esonero al 100%), non può superare i 18 mesi.

 

5

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.